Nonostante i 43 applausi che hanno interrotto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, non tutti i parlamentari hanno prestato grande attenzione durante il discorso. Tra questi Denis Verdini (Forza Italia) che controlla lo smartphone, scatta foto e risponde al telefono proprio durante il passaggio di Mattarella sul “promuovere la pace“, frase lungamente applaudita dall’Aula. Il senatore azzurro è al telefono e chiede al suo collega Riccardo Villari: “Cos’ha detto?”. Ma Viillari, anche lui impegnato col telefonino, risponde: “Non lo so”. Sono tanti, tuttavia, i parlamentari che si distraggono con dispositivi multimediali: Dorina Bianchi (Ncd), il vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico (Pd), la vice presidente del Senato Linda Lanzillotta (Scelta Civica), Carlo Sibilia e Manlio Di Stefano del M5S e i senatori di Forza Italia Maria Rizzotti e Augusto Minzolini   di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mattarella e Renzi diretti al Quirinale sulla Flaminia e scortati dai corazzieri

prev
Articolo Successivo

Quirinale, la fine del regno di Re Giorgio, il ritorno alla ‘normalità’ nella crisi della forma di dominio statale

next