Matteo Renzi e Silvio Berlusconi – ad una settimana dall’inizio della votazione sul nuovo Capo dello Stato – rinforzano il Patto del Nazareno, e proseguono uniti per approvare la riforma elettorale, nonostante le divisioni interne ai loro due partiti, il Pd e Forza Italia. Nel Pd la spaccatura tra Renzi e la minoranza fa interrogare la sinistra del partito (e non solo) su chi possa essere un leader per quell’area, il Tsipras italiano? Ma a Renzi dispiacerebbe oppure farebbe gioco la nascita di un partito a sinistra del Pd?

Tra gli ospiti della puntata Roberto Speranza, capogruppo Pd alla Camera, Maurizio Landini, leader della Fiom, il giornalista Alan Friedman, il critico d’arte Vittorio Sgarbi e la showgirl Alba Parietti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Travaglio vs Orfini: “Il decreto ambiente ha fatto disastri”

prev
Articolo Successivo

Servizio Pubblico lancia il Medley Quirinale. La satira di Dado sulla corsa al Colle

next