14882195_1523404634340042_8141475963764994844_o

Robinù, il film documentario di Michele Santoro che racconta i baby boss di camorra, arriva al cinema per due giorni evento che si terranno il 6 e 7 dicembre nelle sale italiane. Il docufilm, presentato alla 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è stato selezionato per il prestigioso festival internazionale di film documentari ‘Idfa di Amsterdam 2016‘. La pellicola racconta come a Napoli, negli ultimi due anni, bande di adolescenti si combattono, a colpi di kalashnikov, in una guerra dimenticata che è arrivata a contare oltre 60 morti. La chiamano “paranza dei bambini”: giovani ribelli che sono riusciti a imporre una nuova legge di camorra per il controllo del mercato della droga. Una “paranza” che da Forcella si insinua nei Decumani, e scende giù fino ai Tribunali e a Porta Capuana: il ventre molle di Napoli, la periferia nel centro, tra turisti che di giorno riempiono le strade e gente che di notte si rintana nei bassi trasformati in nuove piazze di spaccio, il vero carburante capace di far girare a mille il motore della mattanza. Qui il trailer del documentario di Michele Santoro scritto con Maddalena Oliva e Micaela Farrocco (prodotto da: Zerostudio’s e Videa Next Station) e la locandina ufficiale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia Capitale, condannato Carminati: Lirio Abbate non ha diffamato l’ex Nar

next
Articolo Successivo

Norcia, l’allevatrice disperata: “I maiali ‘felici’ degli Obama sono in pericolo”

next