L’Agenzia nazionale di ricerca e soccorso dell’Indonesia ha trovato nelle acque del Mar di Giava, al largo della parte indonesiana del Borneo, rottami del volo AirAsia disperso domenica tra Giava e Singapore con 162 persone a bordo. E in mare, a 10 chilometri dal punto da cui sono state ricevute le ultime comunicazioni del volo 8501 con il controllo del traffico aereo, sono stati anche trovati corpi, una quarantina dei quali sono stati recuperati

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Inghilterra, Tory e Ukip vs ambientalisti: “Ripristinare la caccia alla volpe”

prev
Articolo Successivo

Atterraggio d’emergenza a Gatwick, pilota a passeggeri: ‘Mantenere posizione d’emergenza’

next