Dopo due incontri finiti con un nulla di fatto, i lavoratori della Lega Nord e i vertici del partito (rappresentati dagli avvocati della Pricewaterhouse) torneranno a incontrarsi il 7 gennaio. Al tavolo siederanno i rappresentanti sindacali dei 71 dipendenti del Carroccio e la Lega Nord, che ha avviato la procedura di licenziamento collettivo. Il segretario Matteo Salvini, impegnato a Legnano (Mi) a difendere i lavoratori della Franco Tosi (“Qui ci sono 300 operai da salvare. La Fiom sta facendo un buon lavoro”), non vuole sentire parlare dei ‘suoi’ lavoratori: “Oggi non rispondo su questo”  di Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo: “Ecco il regolamento M5s. Nasce comitato per ricorso contro espulsioni”

next
Articolo Successivo

M5s, ecco i 5 nominati per comitato d’appello contro espulsioni: voto sul blog

next