“La cosa più divertente della spending review è stato il primo incontro con Carlo Cottarelli che ha proposto di tagliare 100 milioni di euro restringendo la fascia di illuminazione dei Comuni. Gli ho detto: così crea un allarme sociale pazzesco, perché la prima volta che succede qualcosa nel vicolo buio, il danno sociale è nettamente superiore al risparmio”. Così il premier Matteo Renzi, durante l’assemblea dell’Anci a Milano, torna sul tema dei tagli. A modo suo. “Questa – ha preseguito Renzi rivolgendosi a Cottarelli – è la differenza tra chi ha fatto il sindaco e di chi fa la spending da tecnico”  di Francesca Martelli

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Assemblea Anci, Renzi ‘scherza’: “Patto del Nazareno? Altroché se scricchiola”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Santoro: “Perché questa classe dirigente non parla più alla luna?”

next