Diciassette fumate nere e tre candidature bruciate. Dopo Bruno, Catricalà e Caramazza, in Forza Italia circola il nome del senatore azzurro Francesco Paolo Sisto, presidente della Commissione Affari Costituzionali, appoggiato anche dall'”area fittiana” del partito. “Continuo a fare il mio lavoro – smorza però i toni Sisto – al momento non so se la mia candidatura è stata fatta o sono solo voci di palazzo. Non dipende certamente da me, sono situazioni che vanno affrontate mantenendo un ‘low profile'”   di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Province, a Padova Pd va con “dissidenti” Lega per non far vincere ancora Bitonci

next
Articolo Successivo

Jobs act, Arrigoni (Lega): “Grasso è un vile e non ha coraggio di trattare coi grillini”

next