“La Commissione europea non è una maestra, siamo collaboratori”. Sono le parole del commissario Ue all’economia finlandese Jyrki Katainen, che a margine delle riunioni di Eurogruppo ed Ecofin in corso a Milano commenta le dichiarazioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi, convinto che “all’Italia non servano lezioni dall’Europa, quanto i 300 miliardi di finanziamenti messi in programma”. “Quanto facciamo”, ha continuato Katainen, “è valutare il modo in cui i vari Paesi stanno perseguendo gli impegni presi e le promesse fatte agli altri Stati membri”  di Franz Baraggino e Stefano De Agostini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Obama ci prova: combattere senza sporcarsi le mani

next
Articolo Successivo

Turchia, 35 ultras rischiano l’ergastolo per le proteste a Gezi park

next