Dopo Napoli, anche a Reggio Calabria il presidente del Consiglio Matteo Renzi è stato accolto dalle proteste dei lavoratori precari. Una cinquantina di persone che, però, hanno costretto il premier a utilizzare l’ingresso secondario della prefettura dove è stato, invece, accolto calorosamente da tutto il Pd calabrese. Dopo aver affrontato i temi strettamente locali, Renzi si è soffermato sull’incontro avuto ieri con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “L’ho trovato in gran forma. È stato un incontro a 360 gradi in cui abbiamo discusso di politica internazionale e della situazione economica europea”. “Ci sono dei segnali che vedono l’Italia – ha aggiunto Renzi – non andare peggio del resto dell’Europa”. E infine: “Sono molto contento del fatto che il Presidente della Repubblica ha potuto verificare il percorso di riforme costituzionali che qualcuno ha sbrigativamente bollato come autoritario. Questa definizione è una delle più straordinarie boutade del 2014″  di Lucio Musolino

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi in visita a Napoli. “E le strade vengono pulite solo per l’arrivo del premier”

next
Articolo Successivo

Brescia, assessore multata e denunciata dal vigile: “Lei non sa chi sono io, maleducato”

next