“Matteo Renzi è un maleducato. L’ultima volta che è venuto qui in Senato ha guardato la partita ed è stato in Aula con la sua solita spocchia”. Così la senatrioce del M5S, Barbara Lezzi commenta il rush finale per il ddl Boschi. Il Movimento, infatti, resta sul piede di guerra e continua ad attaccare il premier che parteciperà alla seduta che domani darà il primo sì alla riforma del Senato. “Non è una sconfitta per le opposizioni – attacca la Lezzi – ma per i cittadini italiani che non potranno scegliere i loro rappresentanti. Il governo va avanti come un treno, mentre la sua politica economica si rivela più fallimentare delle ricette di Letta“. “Le riforme economiche e quelle costituzionali – risponde il senatore del Pd, Francesco Verducci – vanno di pari passo e settembre sarà per noi il mese decisivo per l’economia. Serve uno shock a partire dagli investimenti per il lavoro”  di Annalisa Ausilio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Spending review, Cottarelli: “Io non fondamentale? Renzi ha ragione, ma resto”

prev
Articolo Successivo

Camera, il ministro dell’Economia riferisce sui conti pubblici. Diretta streaming

next