Nuovi bombardamenti israeliani all’alba di oggi sulla scuola dell’Unrwa, l’ente Onu per i profughi, a Jebalia, vicino a Gaza, dove sono accolti migliaia di palestinesi sfollati. Un colpo di artiglieria è caduto sulla struttura, dove tra l’altro avevano cercato riparo dai bombardamenti diverse famiglie della zona. Il numero complessivo dei palestinesi uccisi è 23, secondo fonti mediche locali. Altre agenzie parlano di 19 vittime: la grande maggioranza delle persone uccise sono donne e bambini che avevano trovato rifugio in una classe

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Gaza, nuovo giorno di stragi. Ira dell’Onu “Uccisi bimbi che dormivano, vergogna”

prev
Articolo Successivo

“Hamas è la nostra difesa, ma stavolta il prezzo è troppo alto. E ci fa paura”

next