“Nessun problema con il Ddl voluntary disclosure sul rientro dei capitali dall’estero”. Lo assicura il ministro alla Giustizia Andrea Orlando (Pd) a Bruxelles per presentare le priorità del semestre di Presidenza italiana del Consiglio Ue al Parlamento europeo. Oggi il ddl, come riportato dal quotidiano Italia Oggi, sembra bloccato dall’introduzione del reato di autoriciclaggio all’interno del testo, ma Orlando afferma: “Non mi risulta ci siano problemi, siamo perché questo reato sia introdotto a prescindere dal come. Fa parte delle linee guida della Riforma della Giustizia, non c’è nessun intoppo da parte del governo” di Alessio Pisanò

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforme, le opposizioni protestano: “Una farsa un minuto ad emendamento”

next
Articolo Successivo

Salvini commissaria la Lega a Mantova: al posto di Pasetti l’indagato Davide Boni

next