“Alla vigilia del semestre europeo e in una stagione di riforme particolarmente importante per il nostro paese, la guida del presidente è un presidio solido, certo, imprescindibile”. Il premier Matteo Renzi fa così “i migliori auguri” di compleanno al capo dello Stato, che oggi ha compiuto 89 anni, “per la saggezza, la determinazione e la visione con cui Napolitano svolge il suo alto incarico”.

Il presidente della Repubblica ha festeggiato il compleanno nella tenuta di Castelporziano: ma già da lunedì ritornerà ai suoi uffici con mille impegni, mentre governo e Parlamento sono impegnati nel rush finale delle riforme, e non solo quelle istituzionali. Sembra lontano il 29 giugno dell’anno scorso quando l’intera classe politica era ancora tramortita dall’onda d’urto dal siluramento nel segreto dell’urna di Romano Prodi, candidato del Pd al Quirinale. Un vero terremoto politico che portò alla rielezione di Napolitano allo scranno più alto. Un bis mai verificatosi nella storia repubblicana e che ha aperto una fase politica in chiaro-scuro per Napolitano.

A Napolitano gli auguri dei presidenti di Senato e Camera: “Grazie Presidente per l’eccezionale impegno al servizio delle nostre Istituzioni, e per il continuo sprone alla politica a fare di più e meglio. Buon compleanno Presidente Napolitano!” scrive il presidente di Palazzo Madama Pietro Grasso sul suo profilo Facebook. La presidente della Camera Laura Boldrini, ha chiamato dalle Marche, dove si trova in visita, il presidente per fargli gli auguri di compleanno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Istat, “da nomina di Giorgio Alleva ripercussioni sulla reputazione del Paese”

prev
Articolo Successivo

Gay, dopo Pascale anche Berlusconi scende in campo: “Battaglia per i loro diritti”

next