Per molti potrebbe essere la mina vagante del girone F, in grado di sovvertire i pronostici e qualificarsi al secondo turno, magari eliminando la Nigeria. Al netto delle previsioni, la certezza è solo una: la Bosnia ci crede. E non lo manda a dire.  “Giocheremo contro una delle favorite come l’Argentina ma non temiamo nessuno, crediamo nelle nostre qualità. Il nostro obiettivo è sicuramente quello di superare il girone”. Le parole sono di Miralem Pjanic, centrocampista della Roma, uno degli attesi protagonisti della Bosnia in questo Mondiale. Inserita nel girone F con Iran e Nigeria, la compagine del ct Susic esordirà con l’Argentina il 16 giugno alle 00.00 a Rio de Janeiro

Lo stesso centrocampista bosniaco ha ribadito come la sua squadra sia composta da giocatori che giocano già in competizioni importanti a livello europeo: “Molti di noi giocano nei grandi tornei europei, abbiamo maturato una discreta esperienza – continua -. Superare il girone è il nostro obiettivo”.

Oltre a ribadire la forza della propria nazionale, il centrocampista della Roma non nasconde la sua emozione di svolgere la preparazione in un luogo incantato come il Brasile: “Bellissimo, ci capita di rado di fare allenamento sulla spiaggia e stiamo approfittando dell’occasione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brasile 2014, la Francia esordisce sui social: ecco il selfie dell’arrivo su Twitter

next
Articolo Successivo

Mondiali Brasile 2014, il calendario e gli orari delle partite nel fuso orario italiano

next