Tris di Ayew e il Ghana va. Mancano soltanto 3 giorni all’avvio dei Mondiali di calcio in Brasile e le squadre stanno completando la loro preparazione con amichevoli di livello. Nella notte il Ghana ha travolto a Miami con un netto 4-0 la Corea del Sud in una gara equilibrata solamente sulla carta. Mattatore del match è stato Jordan Ayew (fratello del più quotato André del Marsiglia), autore di una tripletta. L’altra rete porta la firma di Asamoah Gyan.

Al Sun Life Stadium di Miami la gara si sblocca dopo appena 11 minuti quando Jordan Ayew, di destro, batte il portiere della Corea Jung, dopo una deviazione. Il raddoppio arriva sullo scadere di tempo con Asamoah Gyan che recupera palla in mezzo al campo, arriva al limite ed infila il pallone sul primo palo con una rasoiata.

Ad inizio ripresa, il centrocampista del Milan Sulley Muntari serve fuori area Jordan Ayew che di piatto spedisce la sfera in rete ad incrociare. L’attaccande del Sochaux mette il punto esclamativosul match all’89’ anticipando Jung in uscita su cross dalla destra di Adomah: tripletta per lui e messaggio importante lanciato dal Ghana a Germania, Portogallo e Stati Uniti, avversarie Mondiali del difficile Gruppo G.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Brasile 2014: brivido per il brasiliano Neymar, storta in allenamento

prev
Articolo Successivo

Mondiale 2014, kitesurfer investe Van Persie e Janmaat

next