Su ilfattoquotidiano.it ecco lo streaming dell’intero album di Neil Young “A Letter Home”, pubblicato recentemente solo in vinile e dal 27 maggio disponibile anche in cd e in versione cofanetto deluxe.

“A Letter Home” è stato inciso in una cabina di registrazione Voice-O-Graph della fine degli anni quaranta e raccoglie una selezione di brani che hanno influenzato il percorso umano e artistico di Neil Young: da “Girl From The North Coutry” di Bob Dylan a “Needle of death” di Bert Jansch, punta di diamante del folk britannico. Il disco si apre con Young che legge una lettera a sua madre e prosegue con “Changes”, meritato omaggio alla poesia di Phil Ochs, artista ancora troppo poco conosciuto.

L’album – uscito per la Third Man Records di Jack White – è stato registrato in presa diretta su una traccia mono, a rimarcare il tentativo di voler rendere i brani caldi e diretti, come era nel vecchio stile dell’etichetta Folkways.

Artista: Neil Young
Album: A letter home

Tracklisting:
A LETTER HOME intro
CHANGES (Phil Ochs)
GIRL FROM THE NORTH COUNTRY (Bob Dylan)
NEEDLE OF DEATH (Bert Jansch)
EARLY MORNING RAIN (Gordon Lightfoot)
CRAZY (Willie Nelson)
REASON TO BELIEVE (Tim Hardin)
ON THE ROAD AGAIN (Willie Nelson)
IF YOU COULD READ MY MIND (Gordon Lightfoot)
SINCE I MET YOU BABY (Ivor Joe Hunter)
MY HOMETWON (Bruce Springsteen)
I WONDER IF I CARE AS MUCH (Don Everly)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Musica: il (post) rock, Roberto Baggio, derviscio dei campi. E il disco perfetto: Spiderland

prev
Articolo Successivo

Coldplay – Ghost Stories, nel nuovo album liriche troppo semplici

next