Blu, Jewel e i loro tre bambini vivono a Rio, ma la stupenda città brasiliana è una gabbia dorata: i simpatici pappagalli blu si sono umanizzati, viziati da iPod e tv. Per fortuna, gli amici ornitologi scoprono che non sono gli unici esemplari superstiti: la natura chiama, Jewel incalza, si parte per l’Amazzonia in cerca dei parenti.

Pericoli (disboscamento) e insidie (suoceri!) non mancheranno, Blu armato di GPS e coltellino svizzero sarà all’altezza? A volte ritornano, e a volte si superano: Rio 2 – Missione Amazzonia batte l’animazione originale, che nel 2011 incassò oltre 140 milioni di dollari nel mondo. Tra coreografie e parodie (I will survive) indovinate, animaletti cult (la rana innamorata e il bulldog bavoso) e partite di calcio volante, il monito ecologista incrocia il romanzo di riformazione e la Pasqua formato famiglia è salva: grandi e piccini – a parte forse la durata – gradiranno. Sì, questi pennuti hanno stoffa e il merito è di Blue Sky, già artefice dell’Era glaciale: la Pixar sta a guardare o si dà una mossa? 

Il trailer

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gigolò per caso al tempo della crisi

next
Articolo Successivo

Cinema: quelle sconosciute pellicole dall’ex Urss

next