Parte il 15 aprile  #nuovocinemamilano, la rassegna organizzata dal MFN Milano film network, in collaborazione con il Comune, lo Spazio Oberdan e il Cinema Orchidea, riaperto solo per questa occasione. La manifestazione, che durerà tre giorni, fino al 17 aprile, costituisce la summa del lavoro di selezione già effettuato dai sette festival cinematografici della rete cittadina per i propri cartelloni. 

Ad inaugurare la rassegna, martedì 15 all’Orchidea, è l’ultima opera di Michel Gondry, autore del celebre Se mi lasci ti cancello. Alle 21 è la volta Is the man who is tall happy?An animated conversation with Noam Chomsky, documentario presentato all’ultima Berlinale. Chiuderà la serata Aeterna un film di Leonardo Carrano, presentato in anteprima mondiale a Invideo 2012. Mercoledì 16 aprile sarà proiettata una selezione dei film che hanno avuto maggior successo di critica e pubblico nelle ultime edizioni dei sette festival milanesi: La via del Ring di Daniele Azzola, premiato con la Guirlande d’honneur allo Sport movies & tv nel 2010; Eat, Sleep, Die di Gabriela Pichler, miglior film nel 2013 a Sguardi altrove film festival; Cajas di Juan Carlos Maneglia e Tana Schembori, vincitore nel 2013 del premio del pubblico al Festival del cinema africano d’asia e america latina e infine Interior. Leather Bar di James Franco e Travis Mathews.

A chiudere la rassegna, che giovedì 17 aprile si terrà allo Spazio Oberdan, saranno:  El Impenetrable di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini e In Bloom, di Nana Ekvtimishvili e Simon Gross, vincitore lo scorso anno del premio del pubblico al Milano Film Festival

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

The Amazing Spider-Man 2, l’Uomo Ragno di Marc Webb contro il potere di Electro

prev
Articolo Successivo

Gigolò per caso, Woody Allen inedito nella commedia di Turturro – il trailer

next