Il leader dei Forconi, Danilo Calvani, in collegamento negli studi di TV Lazio, definisce assurde le parole dell’ultrà di Nichelio e solidarizza con le forze dell’ordine. E racconta che un anno fa la sua azienda ha preso fuoco per incendio doloso: “Il momento è particolare e i segnali che ricevo non sono tranquilli. Amo il mio paese e la mia famiglia ed andremo sempre avanti”. Calvani rifiuta la definizione di “flop” attribuita alla protesta romana dei Forconi: “Siamo disorganizzati, ma non violenti. Volevamo dare un segnale”. A Delrio dice: “Signor ministro, non ci fidiamo più di voi, tutto qui. La nostra è legittima difesa”. Delrio replica: “È attraverso la politica che si cambiano le cose. Volete cambiare le persone? Ne avete le occasioni”. E cita Casaleggio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, i Forconi di Danilo Calvani

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Delrio vs Sgarbi: “L’evasione fiscale è la vera malattia del Paese”

next