Jonella Ligresti torna a casa. La donna, arrestata lo scorso luglio nell’ambito dell’inchiesta della procura di Torino su Fonsai, è da oggi agli arresti domiciliari. La primogenita di Salvatore Ligresti, finita in carcere con le accuse di manipolazione del mercato e falso in bilancio aggravato, è uscita da San Vittore intorno alle 19 di mercoledì ed è stata accolta dai figli minorenni, prima di dirigersi verso casa a bordo di un Suv grigio scortato da un’altra auto di piccola cilindrata. 

La decisione è stata presa nel pomeriggio dal gip di Torino Eleonora Monserrat Pappalettere, accogliendo un’istanza dei legali Lucio Lucia e Marco Benito Salomone. Jonella, ex presidente della compagnia assicurativa, è indagata dai pm di Torino Vittorio Nessi e Marco Gianoglio.

Nell’ordinanza con cui il gip Pappalettere concede gli arresti domiciliari si legge che l’indagata, nel chiedere il patteggiamento, ha evidenziato di aver “cominciato a prendere coscienza degli illeciti commessi e dei gravissimi danni causati”. Secondo il giudice, “l’inizio di tale percorso di ripensamento della propria condotta, benché non ancora approdato ad una conclamata resipiscenza”, consente di allentare la misura restrittiva.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fiat, per Stevens e Gabetti chiesta la conferma della condanna Exor-Ifil

next
Articolo Successivo

Ciclone Sardegna, aperte due inchieste per disastro colposo

next