9 giugno 2010. Nonostante i dati dell’Arpa imputino all’Ilva la responsabilità dell’emergenza bendo(a)pirene, al ministero dell’Ambiente a Roma, procede il cammino per l’Autorizzazione integrata ambientale. Tant’è che l’avvocato Francesco Perli comunica a Fabio Riva che la commissione Aia ha accettato il 90% delle osservazioni dell’Ilva. Per il restante 10 il pool farà un sopralluogo in fabbrica, ma senza “sorprese”   di Lorenzo Galeazzi e Francesco Casula. Montaggio di Samuele Orini

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ilva, le pressioni sul ministero Ambiente: “Senza Aia salta la Prestigiacomo”

next
Articolo Successivo

Ilva, Archinà ordina al sindaco di Taranto: “Sposta la data del referendum su di noi”

next