“La scalata a Telecom da parte di Telefonica sancisce l’inesorabile sconfitta del capitalismo italiano. L’unico piano possibile dell’operatore spagnolo sarà il vantaggiosissimo acquisto del 100% del capitale di gruppo telefonico italiano una volta crollato il valore delle azioni”. Così Maurizio Matteo Dècina (giornalista e autore di ‘Goodbye Telecom. La Banda della banda larga. Il piano Telefonica e il nuovo ordine mondiale’, edito da Castelvecchi) ha commentato al FattoTv il caso Telecom come l’intreccio politico ed economico più scandaloso della storia italiana. Della scalata del colosso spagnolo, del mercato azionario, ne ha parlato Giorgio Meletti anche con Nicola D’Angelo (ex Commissario Agcom). In collegamento telefonico: Camilla Conti (giornalista economica) e Franco Lombardi (presidente Asati, l’associazione dei piccoli azionisti Telecom). Per intervenire via twitter gli hashtag sono #FattoTv #poveraTelecom

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Consob, la spina di Letta per arginare Vegas: in arrivo il nuovo commissario

prev
Articolo Successivo

Banca Popolare di Milano nel caos, si scalda l’82enne Lamberto Dini

next