“Siamo qui a dimostrare vicinanza al nostro movimento fratello Alba Dorata“. All’indomani dell’uccisione ad Atene dei due giovani del partito di estrema destra, i militanti di Forza Nuova si sono dati appuntamento davanti all’Ambasciata greca per un presidio di solidarietà. “Quello che sta succedendo adesso in Grecia è già successo in Italia negli anni ’70 – dice il coordinatore dell’Italia centrale Giuseppe Onorato – Noi speriamo che i fratelli di Alba Dorata non reagiscano con la violenza, ma tengano i nervi saldi”. Secondo i neofascisti italiani, è stata un’esecuzione mirata non a opera di cellule di sinistra, ma dello Stato: “Questo è un attacco ad Alba Dorata che ha raggiunto il 30% nei sondaggi nonostante la demonizzazione di questo movimento”  di Annalisa Ausilio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Rifiuti tossici in Campania, ora lo Stato ci spieghi quei segreti

prev
Articolo Successivo

Quarto Oggiaro, al presidio della Lega la rabbia degli abitanti: “Abbandonati da tutti”

next