Il medico Giovanni Baldi, consigliere regionale della Campania del Pdl, è stato posto agli arresti domiciliari a Cava de’ Tirreni (Salerno) nell’operazione dei carabinieri scattata all’alba nei riguardi di 9 persone per false dichiarazioni d’invalidità nell’agro Nocerino-Sarnese. L’inchiesta è coordinata dalla Dda di Salerno.

Le 9 persone coinvolte nell’inchiesta sono soprattutto medici e componenti della commissione di invalidità dell’Asl Salerno. Nei loro riguardi i carabinieri stanno eseguendo ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal Gip di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della città campana. Le notifiche sono in corso soprattutto nella zona di Cava de’ Tirreni.

L’accusa agli indagati comprende anche quella di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Secondo gli inquirenti, alcuni falsi invalidi riuscivano a ottenere indennità e assegno di accompagnamento grazie a falsi certificati mendaci e giudizi gonfiati dell’apposita commissione medica. I casi individuati dai militari dell’Arma sono una quindicina ed è già stata intrapresa l’azione di recupero delle somme indebitamente percepite sequestrando circa 60mila euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Scandalo Università, le raccomandazioni dei saggi: Barbera spinge Pizzetti junior

prev
Articolo Successivo

Trattativa Stato-mafia, Napolitano sarà testimone. I giudici dicono sì ai pm

next