A quasi cento giorni dalla fumata bianca, per la Sala Stampa vaticana Benedetto XVI è ancora felicemente regnante. Nel bollettino odierno, diffuso ai 400 giornalisti accreditati e pubblicato sul sito internet della Santa Sede, si legge che “alle ore 19,30 di questa sera, il Santo Padre Benedetto XVI si reca nell’Aula Paolo VI in Vaticano dove inaugura il Convegno Ecclesiale che conclude l’anno pastorale della Diocesi di Roma”. Dopo poche righe, però, il Papa è di nuovo Bergoglio: “Il Santo Padre Francesco – si conclude così il testo – tiene una catechesi dal titolo: ‘Io non mi vergogno del Vangelo'”.

Un comunicato che ricorda quello diffuso dalla Cei ai giornalisti accreditati pochi minuti dopo l’habemus Papam del 13 marzo scorzo. In quel caso il segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, monsignor Mariano Crociata, salutava l’elezione del nuovo Papa: il cardinale Angelo Scola. Ma, come è noto, i porporati elettori avevano eletto Jorge Mario Bergoglio.

Twitter: @FrancescoGrana

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Denise Pipitone, pm chiedono 15 anni per Jessica Pulizzi. “Rapimento per vendetta”

prev
Articolo Successivo

La Cassazione: niente mafia a Buccinasco Torna libero il figlio del superboss Papalia

next