“Nella Curia ci sono persone sante, davvero, ma c’è anche una corrente di corruzione. Si parla di una ‘lobby gay’, ed è vero, esiste, e noi dobbiamo valutare cosa si può fare”. Parola di Papa Francesco. È dedicata ai misteri di Vatileaks e alle trame di sesso, soldi e potere lo speciale Servizio Pubblico Più, in onda giovedì 13 giugno dalle 21.10 su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it (guarda).

Il 12 febbraio 2013 Papa Ratzinger si è dimesso sorprendendo il mondo intero. Il suo passo indietro resta ancora oggi un mistero: su cosa abbia spinto davvero Benedetto XVI a prendere quella drammatica decisione, nello speciale – a cura di Andrea Casadio e Francesca Fagnani – si presentano degli inediti retroscena. Paolo Gabriele, il maggiordomo di Benedetto XVI è sembrato essere l’unico protagonista di Vatileaks, ma il processo pubblico a “Paoletto” svela solo alcune delle verità, e i segreti che avvolgono le stanze del potere vaticano sono ancora tanti.

In “Giallo Vaticano” si intrecciano la fiction sulle rivelazioni, inedite, di alti prelati vaticani e l’inchiesta sulla pedofilia e la lobby gay nella curia romana. Poi ci sarà anche la ricostruzione a fumetti dell’indagine segreta svolta dai tre cardinali nominati da Ratzinger Julián Herranz Casado, Josef Tomko e Salvatore De Giorgi, alle interviste ai giornalisti Fiorenza Sarzanini, Marco Lillo, John Allen, Ignazio Ingrao, Carmelo Abbate e Gianluigi Nuzzi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tv e crisi: ripensare a uno spot e capire a chi dire ‘grazie’

prev
Articolo Successivo

Rai, nel primo trimestre dimezzata la perdita rispetto all’anno precedente

next