Sepolti sotto una frana. Sono 83 i lavoratori che sono rimasti bloccati a causa di una grossa frana in una zona mineraria del Tibet. Si tratta di operai che lavorano per il gruppo minerario China national gold group Corporation secondo quanto riferito dall’agenzia Nuova China. L’incidente è avvenuto intorno alle sei della mattina nella contea di Maizhokunggar di Lhasa, la capitale.

Il governo regionale riferisce che la frana ha interessato un’area lunga tre chilometri, con lo smottamento di 2 milioni di metri cubici di fango, terra e detriti. Oltre mille soccorritori, tra i quali agenti della polizia, vigili del fuoco e personale medico, stanno lavorando nella zona che si trova a oltre 4mila metri di altitudine. Impiegati centinaia di mezzi, tra cui 15 cani addestrati alle operazioni di soccorso e 15 macchine preposte a riscontrare segnali di vita sotto le macerie.

Il presidente cinese Xi Jinping e il premier Li Keqiang hanno ordinato alle autorità locali e nazionali di effettuare tutti gli sforzi per recuperare i lavoratori sepolti dalla frana in Tibet e hanno chiesto anche di indagare le cause della frana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mandela, migliorano le condizioni: “Ha il morale alto e ha fatto colazione”

next
Articolo Successivo

Cina, ora la corruzione viene svelata con smartphone e microblog

next