Sta per prendere il via la 63esima edizione del Festival di Sanremo, che si svolgerà dal 12 al 16 febbraio, con la conduzione di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Tanti gli ospiti che saliranno sul palco dell’Ariston, tra cui Maurizio Crozza, Roberto Baggio, Flavia Pennetta, Pippo Baudo, Carla Bruni, Claudio Bisio, Neri Marcorè, i direttori d’orchestra Daniel Barenboim e Daniel Harding, Bar Refaeli e Laetitia Casta.

Il programma di Sanremo 2013:

Prima serata – martedì 12 febbraio QUI LA SCALETTA
Si esibiranno sette dei quattordici campioni in gara, con due canzoni a testa. Secondo un twit di Fabio Fazio, questi i big che si esibiranno nella prima serata (in ordine alfabetico): Chiara Galiazzo, Raphael Gualazzi, Maria Nazionale, Marta sui Tubi, Marco Mengoni, Simona Molinari con Peter Cincotti e Daniele Silvestri. Il voto del pubblico verrà combinato con quello della giuria della stampa per scegliere quale delle due canzoni potrà proseguire la gara. Previsti due omaggi: uno a Lucio Dalla, attraverso le parole del suo compagno Marco Alemanno; il secondo a Giuseppe Verdi per il bicentenario della sua nascita. Pochi ancora i dettagli diffusi su quest’ultimo evento, ma saranno coinvolti i direttori d’orchestra Daniel Barenboim e Daniel Harding. Confermata anche la presenza di Maurizio Crozza

Seconda serata – mercoledì 13 febbraio
Prevista l’esibizione degli altri sette big, con due canzoni a testa (Almanegretta, Annalisa Scarrone, Simone Cristicchi, Elio e le storie tese, Max Gazzè, Malika Ayane e i Modà). Anche in questo caso, il voto del pubblico verrà combinato con quello della giuria della stampa per scegliere quale delle due canzoni potrà proseguire la gara. Esordisce la categoria giovani, con quattro degli otto giovani in gara. Ospite la top model israeliana Bar Refaeli.

Terza serata – giovedì 14 febbraio
I big torneranno ad esibirsi con le quattordici canzoni rimaste in gara, mentre si esibiranno ultimi quattro cantanti della sezione giovani.

Quarta serata – venerdì 15 febbraio
Puntata dedicata alla “Sanremo Story”, rivissuta attraverso 14 canzoni che hanno fatto la storia delle kermesse festivaliera: da “Piazza Grande” a “Il ragazzo della via Gluck”, da “Almeno tu nell’universo” a “Ciao amore ciao”, da “Un bacio piccolissimo” a “Ma che freddo fa”. I brani saranno interpretati dai quattordici big, che si esibiranno in duetto, tra cui Marta sui Tubi con Antonella Ruggiero, Annalisa Scarrone con Emma Marrone. Tra gli ospiti, Pippo Baudo.

Serata Finale – sabato 16 febbraio
Nella serata finale, sicura la presenza di Andrea Bocelli e di Bianca Balti. Novità di quest’anno la presenza dei proclamatori, ospiti speciali che proclameranno appunto i vincitori delle categorie Big e Giovani. Tra loro: la tennista Flavia Pennetta, le sorelle Benedetta e Cristina Parodi, Filippa Lagerback, Ilaria D’Amico, Vincenzo Montella, il pallanuotista Stefano Tempesti, la campionessa di tiro con l’arco Jessica Rossi. La giuria di qualità sarà composta da Carlo Verdone, Serena Dandini, Stefano Bartezzaghi, Nicola Piovani, Eleonora Abbagnato, Claudio Coccoluto, Nicoletta Mantovani, Cecilia Chailly, Rita Marcotulli e lo scrittore Paolo Giordano.

Non è stato invece anticipato quando saliranno sul palco gli altri ospiti, come Carla Bruni, Beppe Fiorello, Neri Marcorè, Claudio Bisio, Asaf Avidan, Caetano Veloso, Roberto Baggio a Flavia Pennetta.

QUI IL REGOLAMENTO DELLA GARA

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Metro 5 (lilla) Milano: apertura, orari e mappa con le fermate

prev
Articolo Successivo

Sanremo 2013, il programma e la scaletta della prima serata

next