Scendo dal palazzo e mi ritrovo un una gigantografia di Bersani con su scritto: “Votate l’Italia giusta“. L’arroganza e la presunzione del Pd ormai non conosce più limiti. Loro sono i giusti, i buoni, eppure non hanno mai avuto il bisogno di dimostrarlo.

I giusti e i migliori dovrebbero vincere, ma loro perdono sempre e la cosa più bella è che la colpa è sempre degli altri. Come la religione cristiana, la loro più grande capacità sta nel far sentire in colpa gli altri. Se loro non vincono, la colpa è sempre degli altri ed ecco l’appello a salvare l’Italia da chi ci porterebbe a sbattere: il “voto utile”. Un voto per governare l’Italia insieme a Monti. Un voto utile a chi? Utile a chi non vuole perdere il potere. E poi scusate ma se gli altri non vi votano ci sarà un motivo?

Ma come diceva qualche anno fa il grande Edoardo Bennato arrivano i buoni.

di Daniele Sanzone

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Berlusconi e la segretaria: “Lei viene? E quante volte? Vuol girarsi?”

prev
Articolo Successivo

Elezioni 2013, la “bad company” di Monti si nasconde nella circoscrizione estero

next