Il teatro Dal Verme di Milano non basta per ospitare sostenitori e curiosi, arrivati per assistere all’ultima tappa lombarda del rottamatore del Pd Matteo Renzi. Sul palco, il candidato alle primarie del centro-sinistra, ripercorre i temi topici della sua campagna elettorale: dal volontariato alla finanza, dagli asili nido allo ius soli. Fuori dal teatro continua la campagna di fund raising: il contatore pubblicato sul sito personale di Renzi supera la soglia dei 100mila euro, raccolti con donazioni perlopiù inferiori a 50 euro, a ritmo di “Fai il pieno al camper”. Manca ancora il conto di quanto raccolto dai donatori più generosi, come i partecipanti alla cena milanese di poche settimane fa. “Quei soldi andranno alla Fondazione Big Bang, non ai comitati elettorali”, specifica il sindaco di Firenze. Poi, come aveva fatto negli ultimi giorni sulla stampa locale, promette: “Tutti i dati saranno pubblicati con la massima trasparenza”. Attendiamo  di Francesca Martelli

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crocetta vince senza numeri. Rivoluzione? In mano a Lombardo-Miccichè

next
Articolo Successivo

La Sicilia riparte da Grillo e spazza via Berlusconi

next