Tonfo di Mediaset in Borsa in concomitanza con la notizia della condanna per frode fiscale di Silvio Berlusconi sull’acquisizione diritti Tv. Il titolo del gruppo televisivo di Cologno Monzese, che viaggiava in semiparità, è infatti crollato in un attimo del 3,26% in una giornata moderatamente positiva per Piazza Affari.

Le vendite a piene mani di pacchetti azionari, superiori alla media, sono proseguite fino alla chiusura dei mercati, quando sono drasticamente peggiorate sotto il peso di un ordine di vendita per 1,83 milioni di titoli e il saldo della giornata è di un crollo del 3,11% a 1,33 euro. Più contenute le reazioni di Mondadori che ha viaggiato comunque in rosso ma ha oscilla tra -0,54 e -0,76 per cento, livello sul quale ha chiuso, mentre Piazza Affari dopo aver viaggiato sul filo della parità ha archiviato la giornata con un progresso dello 0,36 per cento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Esodati: parola di Re, anzi di Regina

next
Articolo Successivo

Parmalat, il presidente Tatò difende l’acquisizione in conflitto d’interesse

next