Ancora cassaintegrazione per gli oltre 2mila lavoratori di Fabbrica Italia a Pomigliano, che si fermeranno dal 26 novembre al 9 dicembre prossimi. Le tute blu dello stabilimento della nuova Panda, lunedì prossimo, secondo fonti sindacali, cominceranno altre due settimane di cig, con rientro il 12 novembre. La produzione nello stabilimento campano procede a singhiozzo e l’ultimo annuncio di un fermo alla produzione è stato comunicato dalla Fiat a fine agosto. Altre settimane di stop, sempre due consecutive, si erano registrate anche a fine settembre.

Lo stop arriva a pochi giorni dalla sentenza della Corte d’appello di Roma, con cui la magistratura ha dato ragione alla Fiom sull’assunzione di 145 lavoratori iscritti al sindacato metalmeccanici della Cgil nello stabilimento di Pomigliano. “Abbiamo avuto notizia di altre due settimane di cassa integrazione a Pomigliano. Sapevamo che la fase di difficoltà del mercato prosegue, e di conseguenza la ‘transizione’ di Pomigliano si allunga” commenta Giuseppe Farina, segretario generale di Fim Cisl. “E’ una cosa quindi che non ci sorprende – conclude – ma che ci preoccupa. Certamente, nell’incontro che faremo il 30 ottobre con l’azienda chiederemo conto di questo, come della situazione degli altri stabilimenti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Esodati, Confindustria: “Tassa 3% su ricchi è iniqua”. Camusso e Bonanni: “Bene così”

next
Articolo Successivo

Non sono choosy, voglio solo vivere

next