“Dopo anni di guadagni netti, i nostri editori hanno annunciato la chiusura di 8 riviste scientifiche del gruppo”. A parlare sono i giornalisti e i poligrafici dei periodici editi in Italia dalla Mondadori di Marina Berlusconi, in joint venture con il gruppo Bertelsmann. Nonostante i conti in ordine, sono previsti 60 esuberi (su 120 dipendenti) e la chiusura di Focus Extra, Focus Domande e Risposte, Focus Brain Trainer, Wars, Biografie, Jack, Geo e Focus Wild. A resistere saranno solo le riviste più forti che gravitano attorno a Focus. “Perché questi tagli alla cultura e alla divulgazione scientifica?”, si chiedono i giornalisti, che davanti alla libreria Mondadori di piazza Duomo hanno messo in scena il corteo funebre delle riviste ‘satelliti’ di Focus. Un funerale, a cui non vorrebbero mai prendere parte  di Francesca Martelli

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quattro referendum per i precari!

next
Articolo Successivo

Alitalia, nuovo piano industriale: 690 esuberi. “Così risparmieremo 30 milioni”

next