A parte il solito Maurizio Belpietro che fa il bullo (“ridateci i Marò, o guai a voi!”) minacciando l’intera India di mandargli la sua personale scorta armata, addestrata a sventare sequestri sui pianerottoli d’alto mare, altri coraggiosi patrioti stanno intasando l’etere con questa nuova alzata di ingegno: “Facciamo come gli americani al Cermis, riprendiamoci i nostri marines, riportiamoli a casa”.

E pace all’anima dei (finti o veri) pescatori indiani, dell’inchiesta e dell’onore. Curiosa equivalenza. Al Cermis, anno 1998, un aereo militare americano tranciò i cavi della funivia, uccise 20 poveracci e scappò, rifugiandosi dietro allo strapotere statunitense che in breve rimpatriò l’equipaggio destinandolo a un processo farsa, con allegate scuse all’Italia e un po’ di spiccioli ai parenti.

Sarebbe questo il piano? Avere subìto una ingiustizia, autorizza a commetterne una altrettanto clamorosa? Godiamo di speciali diritti? Abbiamo una qualche immunità da Primo mondo che non ammette intralci dai disgraziati del Terzo? E poi a essere realisti: se cerchiamo la prova di forza, sarebbe meglio misurare i muscoli in campo. Magari coinvolgere l’Europa, gli Usa, se non addirittura Belpietro.

Il Fatto Quotidiano, 7 Marzo 2012

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lombardia, indagato per corruzione il leghista Boni. I pm: “Più di un milione al partito”

next
Articolo Successivo

Tangenti padane: Regione a casa!

next