Vasco Rossi è stato bocciato dalla giuria del Festival di Sanremo e sul web i fan insorgono. Il suo inedito, scritto per la divina Patty Pravo e intitolato canzone per una signora, La luna, che ha già ricevuto recensioni positive dal pubblico e dalla stampa, non sarà tra le canzoni in gara. “Uno scandalo” gridano i fans sui social network, circa 4.000 commenti in poche ore, “è un capolavoro e proprio perché avrebbe vinto l’hanno escluso”. Il tam tam di condivisioni ha già fatto il giro del web, e unanime è il grido della tifoseria battagliera, “boicottiamo Sanremo”.

Una vera “notiziona”, come l’ha definita il Kom su Facebook introducendo il nuovo clippino in cui interpreta la canzone creata per la diva nel 2011, visto che riguarda un cantautore blasonato e di riconosciuto talento. Che, condividendo il brano con il suo pubblico in rete, non ha risparmiato naturalmente, in perfetto stile, Vasco, una stoccata ai giudici. Prevenuti, secondo il rock filosofo, perché la canzone, accusa Vasco, “non è stata nemmeno ascoltata che già la giuria aveva decretato che per quast’anno bastava Celentano. Bè….la canzone e la Divina….sopravviveranno”. Un rapporto destinato a rimanere conflittuale quello tra Vasco Rossi e il Festival, che già in passato, attraverso la voce dei suoi conduttori, aveva strapazzato il provocautore di Zocca. Che da Gianni Morandi, ad esempio, era stato etichettato come uno degli “ingrati”, che avevano raggiunto il successo grazie al palco dell’Ariston per poi svanire e non partecipare più alle edizioni successive. Accuse che già allora avevano suscitato indignazione e polemiche e che oggi rispuntano, per rinnovare una sfiducia generalizzata dei ragazzi del Kom verso la kermesse musicale italiana per eccellenza, la cui qualità è stata bersaglio di critiche e attacchi.

Ma a infastidire il rocker modenese, inoltre, è stato anche l’amico di vecchia data Red Ronnie che in occasione del Vasco Day, il giorno del compleanno del Kom, data di una diretta lunga 12 ore su Roxy bar tv, ha trasmesso il brano in anteprima. Togliendo l’onore di presentarlo proprio al suo autore. Tra le centinaia di ricordi offerti dal conduttore televisivo, tratti dal suo monumentale archivio, è comparso infatti un video di circa tre minuti in cui il Blasco, seduto a una scrivania con Red Ronnie, canta “La luna”, dal vivo. Una diffusione assolutamente sgradita che ha indotto il rocker a rispondere al gesto con parole forti.

“Dato che non avevo dato a Red il permesso di farvi sentire in anteprima la canzone di Patty Pravo…..corro a pubblicarvela anche io su Facebook” scrive in un post su Vasco Rossi. “
Avrei voluto farlo per primo e non in questo modo. Ma….
dagli amici mi guardi dio che dai nemici mi guardo io. 
Del resto chi può darti una coltellata a tradimento ridendoti in faccia?”.

Accuse malcelate da parole pungenti che hanno destato subito la solidarietà delle migliaia di fan iscritti alla sua pagina sul social network, che hanno incolpato Red Ronnie di ipocrisia e malafede.

Il presentatore in questione si è subito scusato con il rocker, però, affrettandosi a rispondere al post con un nuovo post, o meglio, con un video. “Invece di dialogare con Vasco Rossi sul post che ha scritto stanotte su Facebook, dove mi ha coinvolto, ho preferito girare d’istinto un clippino, come lui ha insegnato” ha scritto Ronnie nella sua pagina, ricordando al provocautore le ragioni stesse sottese al Vasco Day.

“Il mio scopo non era quello di fare uno scoop, io volevo regalarti un record su internet, e ci sono riuscito. Quindi dopo il record che tu hai, e che nessuno batterà, nel rapporto con i tuoi fans, ne hai conquistato uno anche virtuale, difficile da superare. Perché 2 milioni di persone, cosa mai successa prima, si sono collegate per dodici ore alla diretta”.

“La canzone” ha aggiunto il conduttore televisivo, riferendosi all’oggetto della polemica “ce l’avevo lì da un anno e non l’avevo mai usata, ma poi è venuto Gaetano Curreri, abbiamo parlato e in quel momento, trascinati dall’euforia, dai primi risultati ho commesso un errore di valutazione, e ti chiedo scusa di questo”.

“Però” conclude Red Ronnie, rivolgendo un saluto affettuoso all’amico “abbiamo fatto un record Vasco, e tutti sono stati felici di quelle 12 ore dove tu eri il Re assoluto. Ti chiedo di nuovo scusa. Ma almeno c’è un aspetto positivo, perché anche se dio ti deve guardare da me, hai scritto che sono un amico”.

I fan lo hanno perdonato, comprendendo la buona fede di un personaggio vicino da sempre al grande rocker, che durante la diretta ha regalato qualche minuto di Marco Pantani e Massimo Riva scomparsi da anni ma difficili da dimenticare. Perché in fondo si sa, il Blasco a volte è un po’ irruento e a volte semplicemente ironico. Difficilmente, però, la rete del Kom sarà altrettanto magnanima con Sanremo, “vecchio dentro” e simbolo, secondo i ragazzi di Vasco “di un paese dei balocchi che non sa riconoscere ciò che è buono da ciò che non lo è”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

VASCO DA ROCKER A ROCKSTAR

di Michele Monina e Vasco Rossi 16€ Acquista
Articolo Precedente

Boom anomalo di iscritti nel Pdl. Il procuratore di Modena: “E’ un dato allarmante”

prev
Articolo Successivo

Lo sguardo lungo di Guido Fanti

next