La Corte Costituzionale ha bocciato i quesiti referendari firmati da milioni di cittadine e di cittadini che chiedevano  la abrogazione del “porcellum“. La camera dei deputati, a maggioranza, ha respinto la richiesta dei giudici di Napoli che chiedevano l’arresto del deputato Cosentino per sospetta collusione con il clan dei casalesi. I giudici che sono stati oltraggiati da questo voto sono i medesimi che erano stati giustamente celebrati per aver inferto colpi mortali alla camorra. Evidentemente Zagaria si può arrestare, gli altri no.

Nelle stesse ore alcuni neofascisti di Casa Pound hanno oltraggiato la memoria del giudice Saviotti, reo di aver condotto inchieste coraggiose e di avere nel cuore solo la Costituzione e la legalitá repubblicana.

Il 12 gennaio sarà davvero ricordato come la giornata nazionale del Porcellum e delle porcate!

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lacrime di pidocchio

prev
Articolo Successivo

Auto blu, arrivano i primi tagli
Governo: “risparmi per la spesa pubblica”

next