La settimana del tg più divertente del mondo inizia con il turbo. Francesca Grimaldi ci presenta “il desiderio nascosto di ogni uomo”, la nuova Ferrari 458 spider. “Rombo di motore a cielo aperto e scatto felino”, è una prosa che avrebbe fatto impallidire anche Filippo Tommaso Marinetti e tutti i suoi futuristi. La nuova Ferrari è un gioiello della tecnica con una “pratica panchetta dietro i sedili per eventuali bagagli”. Inoltre,“tra i due roll bar si alza un vetro antivento che consente di viaggiare a vettura scoperta senza rovinare la permanente. Un vero vantaggio per molte di noi che potrebbe valere, da solo, il prezzo di questa macchina”. Un prezzo modico che si aggira intorno ai 200.000 Euro, denaro ben speso, un vero investimento che, in tempi di crisi, ha il pregio di eliminare frequenti visite dal parrucchiere.

D’altra parte, in questa prima settimana di ottobre, si può scorrazzare liberamente capelli (non) al vento in Ferrari ma attenzione, perché, di notte, fa ancora troppo caldo e Carlotta Mannu ci mette in guardia: “se in natura c’è una vera rivoluzione anche il nostro fisico ne risente ed ecco che arriva l’insonnia di stagione”.

Dopo la frutta, l’influenza e la verdura, questa dell’insonnia di stagione è una vera iattura. Valentina Bisti ci mostra un tizio che a ritmo di “Mamma Mia” degli Abba si rigira tra le lenzuola. “La notte è diventata un incubo, ci si sveglia sempre più spesso, ci si rigira nel letto alla ricerca di Morfeo che proprio non vuole arrivare”. Arrivano, invece, puntuali i sempre preziosi consigli del Tg di Uno. Se non potete dormire per il caldo aprite le finestre, bevete camomilla e mettete acqua fredda sul comodino. L’esperto intervistato, il prof. Rossini del Policlinico Gemelli, aggiunge anche di “evitare caffè, té, paprika, peperoncini e pepe”. Bevete tanti liquidi e non dimenticate la verdura.

Infatti, ci ricorda Laura Chimenti, “il nostro Paese è ancora il primo produttore di ortofrutta” e chi inviare a Cesena ad illustrarci rape e cetrioli se non Massimo Mignanelli? In questa kermesse della zucchina “non mancano le ricette regionali come quella dei carciofi” e non manca, nemmeno, una criptica intervista a Franco Marini, presidente della Coldiretti. Mentre il Mignanelli annuisce pensoso, è del presidente della Coldiretti una delle affermazioni più enigmatiche della storia della tv italiana: “quest’anno le famiglie hanno fatto un acquisto più oculato, in quanto in quantità è diminuita, ma in quantità di numero di acquisti è aumentata” (sic). Cosa avrà voluto dire? L’inviato più pop del Tg di Uno non lo spiega e aggiunge che comunque “tra i segni positivi c’è la cosiddetta quarta gamma che sempre più attira gli italiani”. Misteri dei ravanelli di Cesena.

In una sera di inizio autunno, Laura Chimenti interrompe la digestione dei superstiti telespettatori del tg più esilarante del pianeta con questo grave annuncio: “ore contate per la famiglia Simpson”. Tra la corazzata dell’informazione Rai e la famiglia gialla di Springfield c’è un vecchio conto da regolare. In una intervista al Corriere della Sera di un anno fa il direttorissimo Minzolini aveva dichiarato di aver “sofferto” il successo di questo cartone animato. Leonardo Metalli è quindi felicissimo di annunciare lo sciopero di ben 6 doppiatori americani del cartone animato. “Sono molto costosi, costano più di otto milioni di dollari all’anno”, quasi come un Giuliano Ferrara ma con qualche spettatore in più.
Spariti i temibili Simpson finalmente gli ascolti dello storico tg potrebbero risalire. Nell’attesa grandi e piccini possono sollazzarsi con l’Olimpo della Minzoparade: il ritorno della merenda, lo zufolatore fiorentino e i cari, vecchi carrettini di legno con i cuscinetti a sfera. I Simpson hanno proprio le ore contate.

Minzoparade Anno II N. 36 (1-8 ottobre 2011, Tg di Uno ore 20)
1.(1) La riscoperta della merenda New Entry! Guarda il servizio
2.(2) Lo zufolatore fiorentino (-) Guarda il servizio
3.(1) Il ritorno dei carrettini con i cuscinetti a sfera New Entry! Guarda il servizio
4.(4) La grattachecca della Sora Maria (-3) Guarda il servizio
5. (5) Il triste addio alla cabine telefoniche (-2) Guarda il servizio
6.(1) Fumare come un turco:proverbio da mettere in soffitta New Entry! Guarda il servizio
7.(1) I cestini dei rifiuti a Londra parlano e cantano New Entry! Guarda il servizio
8.(3) I consigli per dare gli scappellotti (-3) Guarda il servizio
9.(6) I consigli per il colpo di calore dei cani: evitate le secchiate (-1) Guarda il servizio
10.(4) I consigli per l’abbigliamento scolastico (-1) Guarda il servizio

Minzi Caldi (in ordine cronologico)
– La nuova Ferrari: costa 226.000 Euro ma non rovina la permanente Guarda il servizio
– I consigli per l’insonnia: aprite le finestre Guarda il servizio
– Tutte le novità dell’ortofrutta: i carciofi con il pecorino Guarda il servizio
– Ore contate per i Simpsons Guarda il servizio

La posta della Minzoparade
Ad Ivo666 il Tg di Uno piace così: “voi non vi rendete conto di cosa andremmo a perdere se il Tg1 tornasse ad essere serio”. Flavi99, invece, apprezza molto l’inchiesta sulla riscoperta della merenda “soprattutto per la sua aspra deriva politica”. Salsa, votando per il servizio sul ritorno dei carrettini con i cuscinetti a sfera, si chiede dove mai sia la Persia visto che sull’atlante ha trovato solo l’Iran e poi aggiunge: “quando si festeggia Ciro il Grande?”

Scuola Media Pilutzer
La lectio magistralis di buon giornalismo del venerdì della Scuola Media Pilutzer è tutta dedicata ai discolacci del Fatto Quotidiano che “fanno le pulci” al caso Meredith. Il prof. Prignano rimbrotta Marco Travaglio (“il giornalista pm”) perché ha concluso un articolo affermando che “Amanda e Raffaele sono stati assolti perché biondi e con gli occhi azzurri, Guede condannato perché extracomunitario e nero”.
La minzobacchettata riduce la distanza che separa Il Fatto da La Repubblica, mentre Travaglio sta per raggiungere Massimo Giannini tra le penne da minzorieducare.

Ecco la lavagna aggiornata:

Buoni
Il Giornale (3)
Il Corriere della Sera (2)
Tg di Uno, Libero, Piero Ostellino,Vittorio Emanuele di Savoia, Filippo Facci, Alfonso Signorini, Giampaolo Pansa (1)

Cattivi
La Repubblica (19)
Il Fatto Quotidiano (12)
L’Unità (10)
Il Corriere della Sera (5)
La Stampa (4)
Massimo Giannini, Il Secolo XIX, La stampa italiana (3)
Il Secolo d’Italia, Il Mattino, Marco Travaglio (2)
Annozero, Oggi, I Giudici, Agenzia Ansa, Leoluca Orlando, Eugenio Scalfari, Roberto Saviano,La stampa francese,Concita De Gregorio,Vito Mancuso, Al Gore, Avvenire, Beppe Grillo, Il Quotidiano della Calabria, L’Espresso, Umberto Eco, Barbara Spinelli, Il Messaggero, Il Sole 24 Ore (1)

Il Centro Studi Tg di Uno di Vancouver vi invita ora a votare (doppia preferenza) i reportage che più vi hanno inforallegrato utilizzando lo spazio per i commenti. La Minzoparade è anche su Facebook e Twitter ed è pubblicata ogni sabato. Il nostro indirizzo è minzoparade@gmail.com. Tutti i reportage del Tg più divertente del globo sono anche trasmessi dal Minzoparade Channel su YouTube, l’unico canale molto rieduchescionel.

Vi aspettiamo sabato prossimo: i più divertenti servizi pop del Tg di Uno non sono ancora andati in onda.
A cura di Ernesto Salvi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Servizio pubblico o pubblico servizio?

prev
Articolo Successivo

Il nuovo programma di Santoro
sarà visibile anche sul canale 504 di Sky

next