Continuano le rivelazioni sul caso di Harvey Weinstein, il produttore coinvolto nello scandalo di molestie sessuali ai danni di attrici e addette ai lavori. E anche Asia Argento compare nella lunga lista di vittime di Weinstein. Il giornalista Ronan Farrow scrive sul New Yorker: “L’attrice e regista italiana Asia Argento mi ha detto di non aver parlato prima per paura che Weinstein le rovinasse la carriera. “Lo aveva fatto con con altra gente prima – ha detto Asia – è questa la ragione per cui la mia storia, che risale a vent’anni fa, non è mai venuta fuori”.

Dopo aver rifiutato di fare all’uomo un massaggio in un hotel francese, sarebbe stata costretta da lui a fare sesso. Era il 1997. “Gli ho detto di fermarsi ma mi ha spaventato, era gigante – si legge nell’articolo del New Yorker – Non si è bloccato, era un incubo”. Dopo questo episodio i due avrebbero avuto una relazione, con sesso consenziente. “Se fossi stata una donna forte, gli avrei tirato un calcio nelle palle e sarei scappata. Ma non l’ho fatto – ha detto Asia -il  brutto di esserne stata vittima è che mi sento responsabile”. L’attrice ha ritwittato l’articolo del New Yorker.