Che il premio Oscar Colin Firth sia un grande fan del nostro Paese, non è una novità, ma ora sarà un po’ più italiano anche sulla carta: l’attore ha infatti chiesto all’ambasciata italiana a Londra di avere la doppia cittadinanza. La notizia è uscita sul sito del Daily Mail, secondo cui la decisione sarebbe una reazione al voto per uscire dall’Unione Europea. L’attore, secondo quanto riporta il giornale, sarebbe “orripilato dalla Brexit e preoccupato per le conseguenze”. Un portavoce del suo ufficio stampa però ha motivato la decisione in toni meno politici: “Colin ha richiesto la doppia cittadinanza (britannica e italiana) per avere lo stesso passaporto di sua moglie e dei figli”. L’attore infatti vent’anni fa ha sposato la produttrice Livia Giuggioli, da cui ha avuto due figli, Luca e Matteo.

Ad ogni modo l’attore rimane un convinto europeista: in un’intervista a Grazia aveva detto che il referendum per lui “è stato strano: ho sentito una sensazione di isolamento. Ero esterrefatto e inorridito”. Nonostante sia stato nominato “Comandante dell’Impero Britannico” nel 2011, Firth non si è mai sentito troppo legato al regno di sua Maestà Elisabetta II: “Non mi sento radicato qui”, aveva dichiarato qualche anno fa alla stampa americana.

Per motivi diversi, anche l’attore Michael Fassbender lascia Londra: l’attore, candidato all’Oscar per 12 Anni Schiavo, ha comprato una villa nel quartiere più antico di Lisbona, dove intende trasferirsi. Finora l’attore di Shame ha vissuto nel cuore della City con la fidanzata Alicia Vikander.

Come previsto, i fan hanno esultato su Twitter, ironizzando sulla “giusta punizione” per la Brexit e dando un caloroso benvenuto “virtuale” a Colin Firth, che qualcuno già considera parte del patrimonio artistico nazionale. Colin Firth parla fluentemente l’italiano e ha più volte dichiarato di apprezzare molto le bellezze artistiche e paesaggistiche dello Stivale.