Ciro Piccione, imprenditore agricolo di 30 anni, è stato ucciso con due colpi di pistola, uno all’addome e uno alla coscia, nel garage usato per il deposito di attrezzi agricoli, vicino all’abitazione dei genitori a San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto. A trovare il corpo è stato un amico con il quale aveva un appuntamento. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno eseguito i rilievi e ascoltato alcuni testimoni. Secondo le prime ricostruzioni, l’omicidio è avvenuto poco prima di mezzogiorno. Le indagini, coordinate dal pm di turno Maurizio Carbone, sono in corso per risalire al responsabile e per stabilire il movente. Gli investigatori non escludono alcuna pista e indagano sia in ambito familiare che lavorativo.