Dopo l’aggressione con spranghe e armi da taglio, l’animale si è rifugiato in un angolo della piscina della sua area all’interno dello zoo di El Salvador. I dipendenti si sono accorti delle ferite solo molte ore più tardi. Gustavito, questo il nome dell’ippopotamo più famoso del Paese, è morto dopo due gironi di agonia. “Verrà disposta un’autopsia“, spiegano i responsabili del parco. Ma al momento non ci sono elementi che permettano di identificare i responsabili né di ipotizzare il movente