“Non puoi parlare della violazione della #privacy con quel vestito e con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna”. Caterina Balivo critica senza troppi giri di parole l’intervento di Diletta Leotta al 67esimo Festival di Sanremo. La 25enne conduttrice di Sky Sport invitata da Carlo Conti sul palco dell’Ariston ha parlato dell’incresciosa vicenda capitatale la scorsa estate quando alcuni hacker le hanno rubato dal suo profilo “iCloud” alcune sue foto e video privati poi diffusi e pubblicati in rete. Caso per il quale la procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di accesso abusivo a sistema informatico a carico di ignoti. “Dopo una prima fase di sgomento ho deciso di reagire. Non solo psicologicamente tornando subito alla quotidianità, ma anche attivamente denunciando alla polizia postale la gravissima violazione privacy subita”, ha spiegato a Carlo Conti in diretta la giovane catanese che a Sky si occupa principalmente del campionato di Serie B. “C’è poca conoscenza in materia, si tratta di un reato vero e proprio. Purtroppo queste cose succedono a ragazzi piccoli che hanno bisogno di essere tutelati e protetti. Il mio messaggio di stasera va quindi a loro. Siate coraggiosi e forti”.

La Leotta si è presentata sul palco sanremese, oltretutto in assenza di vere e proprie vallette spesso in scena con abiti mozzafiato, con un top rosso fuoco, pancia scoperta, e spacco vertiginoso. La Balivo a quel punto non ci ha più visto: “Non puoi parlare della violazione della #privacy con quel vestito e con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna”. In pochi minuti sul profilo social della Balivo, che ha come descrizione di sé la frase “Nata per ribellarsi” e 314mila follower, si è scatenata la Rete. “Perché no? Sono due situazioni molto diverse”, ha scritto un’utente, mentre qualcun altro ha risposto: “Questa te la potevi risparmiare”, e ancora, “Affermazione di una gravità assoluta. Imbarazzante che lei non se ne renda nemmeno conto”. Ma c’è anche chi sta con la Balivo: “Concordo mi sa che voleva imitare Belen con il suo famoso spacco”. E come segnala l’adnkronos mentre la conduttrice cerca di rimediare rispondendo a un utente con un secco: “L’atteggiamento deve essere regale non volgare”, c’è chi risponde con ironia: “Potrebbe parlare (la Leotta ndr) di violazione della privacy pure in mutande e avrebbe comunque ragione”. Per ora la bionda conduttrice Sky dal suo profilo Twitter non ha ancora risposto. Rimane invece un bellissimo scatto prima dell’entrata in scena a Sanremo dove si può osservare la sua esuberante e giovane bellezza e un tweet che ricorda una strofa dei Ricchi e Poveri: “#Che confusione… #Sanremo2017”.