Un aereo cargo turco si è schiantato vicino all’aeroporto Manas in Kirghizistan, uccidendo 32 persone, tra cui 13 bambini, in gran parte abitanti del villaggio su cui il Boeing 747 ha tentato di atterrare nella densa nebbia. Le vittime sono 10 uomini, 9 donne e 13 bambini, altre 12 persone sono rimaste ferite. L’aereo ha anche distrutto 17 abitazioni, 6 sono state danneggiate e altre 2 in fiamme. Lo riferisce un rappresentante del ministero delle Emergenze kirghiso, citato da Interfax. Secondo le autorità aeroportuali, l’aereo avrebbe dovuto fare scalo a Manas, vicino a Bishkek, mentre era in viaggio da Hong Kong a Istanbul. Il velivolo ha colpito e distrutto circa 15 edifici nel villaggio e il ministero delle emergenze kirghizo ha fornito il bilancio delle vittime. Inizialmente le autorità kirghize hanno identificato il Boeing 747-400 come appartenente a Turkish Airlines, ma l’operatore cargo turco ACT Airlines ha fatto sapere che gli appartiene: “Il nostro aereo (…) si è schiantato atterrando alla fine della pista per motivi non noti. Maggiori informazioni saranno diffuse a proposito della nostra squadra di quattro persone, quando avremo notizie più chiare”. Su Twitter, Turkish Airlines ha scritto a proposito dell’incidente: “Né l’aereo, né l’equipaggio sono membri di Turkish Airlines”