Troppo tardi, purtroppo. Mi spiace. Tutto quello che dovevo fare l’ho messo in atto: da qui a due o tre giorni io faccio una strage”. A parlare, al telefono, è Luigi Mario Favoloso, noto ai più come fidanzato di Nina Moric. È arrabbiato assai, il giovane Favoloso, perché a suo dire il sito del Fatto Quotidiano ha leso l’immagine della modella croata. Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di spiegare di cosa stiamo parlando.

L’articolo contestato Ieri, sul sito del Fatto Quotidiano, è stato pubblicato un video (dal titolo “Nina Moric con ‘Sesso, droga e Pastorizia’”: tra un infelice doppio senso e una ancora più infelice battuta sugli alcolisti”) in cui Nina Moric succhiava una cannuccia, scommettendo con i responsabili della pagina Facebook “Sesso, droga e pastorizia” che sarebbe diventato virale sui social. A corredo del video, a firma Andrea Paolini, si leggeva quanto segue: “Come la succhio io non la succhia nessuno ‘sta cannuccia”, parola di una esagitata Nina Moric. Il live video è stato pubblicato da ‘Sesso Droga e Pastorizia’ il 29 ottobre scorso a Milano durante la notte del ‘Premio Eva 3000’ . La show girl ha inscenato uno spettacolino a base di allusioni sessuali dove succhia la cannuccia del suo moscow mule e quello di uno degli admin della ormai nota pagina Facebook, seduto lì con lei. Il filmato è stato ripreso da numerosi quotidiani e la Moric, a distanza di una settimana, si è sentita in dovere di giustificare il suo gesto specificando che si trattava di un “esperimento social”. Ecco cosa scrive su Facebook la modella croata, che nel giustificarsi peggiora l’infelice performance del video con una battuta (ancora più infelice) sugli alcolisti: “Il video che ormai molti siti hanno postato dove succhio una cannuccia e un pezzo di limone, è stato un esperimento Social fatto al gala di Eva3000 insieme agli admin di Sesso Droga e Pastorizia , ho scommesso con loro che sarebbe diventato più virale, Nina Moric che succhia una cannuccia, che chiunque altra succhiasse qualcosa di più concreto. Detto questo ho vinto 20 chupiti che devolverò in beneficenza, a un’associazione di Alcolisti Anonimi”.

La mail del fidanzato – A stretto giro, nella casella di posta elettronica della redazione web arriva un messaggio piccatissimo del signor Favoloso, dai toni assai minacciosi: “è per la vostra serenità che vi consiglio di chiamarmi al più presto per eventuali correzioni onde evitare l’abbattersi su di voi di quella che è la nostra potenza mediatica e legale. Probabilmente non siete al corrente dei canali di comunicazione sotto la nostra influenza, spero di essere chiamato prima di subito, per salvaguardare l’immagine di Paolini ( a noi sconosciuto ) ma soprattutto l’immagine di Gomez e di Travaglio personaggi da noi stimati, che indirettamente subirebbero le conseguenze del nostro attacco”.

Il post di Nina Moric Su Facebook – Turbati da cotanta potenza mediatica e legale, ma soprattutto per salvaguardare “l’immagine di Gomez e Travaglio”, nel primo pomeriggio di sabato abbiamo chiamato Favoloso, per approfondire la questione e sentire cosa avesse da dire. Evidentemente siamo arrivati tardi, quando già “la potenza mediatica e legale” era stata scatenata sui social network. Nina Moric, infatti, aveva già pubblicato su Facebook un lungo post, prendendo di mira proprio i direttori del sito e della versione cartacea del Fatto Quotidiano: “La redazione online e la redazione del giornale cartaceo hanno due direttori diversi, il primo si chiama Peter Gomez, nome e cognome che stanno bene insieme come il cioccolato fuso sulla peperonata, ecco questa è una cosa oggettiva. Altrettanto oggettivo è il fatto che Travaglio il direttore del cartaceo, sia una persona confusa, è diventato celebre per le sue accuse a Berlusconi e il suo scarso garantismo riguardo tutti i processi di Silvio (…). Quindi miei cari direttori dite ai vostri pubblicisti e giornalisti, che di me parlino in maniera oggettiva o addirittura evitino di parlare, perché innanzitutto sono capace di offendere senza essere querelabile, dote che Paolini non ha dimostrato, seconda cosa i miei post vengono visti da più gente di quante visualizzazioni faccia il vostro bel sito online, e probabilmente pure di quante copie venda il vostro giornale.”.

E meno male che Favoloso e la di lui fidanzata stimano Gomez e Travaglio! O almeno così ha scritto nel messaggio di posta elettronica arrivato in redazione e ha ripetuto al telefono. Il problema, a quanto pare, è il titolo e il riferimento alla “battuta infelice” sugli alcolisti anonimi. E Favoloso si sarebbe accontentato di poco per “apparare” (testuale) la faccenda: “Vi ho cercato da ieri alle 5. Non ho avuto né scuse, né un articolo di smentita. Neanche una modifica del titolo. A me sarebbe bastata una modifica del titolo”. Ma siamo arrivati tardi, ahinoi. E ora saremo “in tendenza per due o tre giorni su Twitter con #FattoInfelice” (altra citazione testuale). Pazienza. Proveremo a consolarci con dell’ottimo cioccolato fuso sulla peperonata.