“Sono da sempre un grande appassionato di food & wine e, da anni, mi interesso di giornalismo e critica enogastronomica,  ma anche di un settore abbastanza insolito come quello dell’analisi sensoriale di cibi e bevande, approfondendo le tematiche di degustazione di formaggi, salumi, acque minerali, gelati, caffè, cioccolato, distillati, vini etc…”. Così si presentava sul sito personale Davide Oltolini, 48 anni, noto critico enogastronomico protagonista di diversi programmi televisivi, improvvisamente morto oggi, stroncato da un malore mentre stava giocando a tennis.

Oltolini si trovava al Centro tecnico federale del Brallo (Pavia) in Oltrepò Pavese. Durante la lezione con un maestro, si è accasciato a terra. Immediati i soccorsi. Subito ci si è resi conto che si trattava di un attacco cardiaco. Sul posto è intervenuto un elisoccorso del 118 che ha trasportato Oltolini al policlinico S.Matteo di Pavia. Nonostante le cure in terapia intensiva, non c’è stato nulla da fare.

Conduceva la rubrica di degustazione durante il programma Uno Mattina in Famiglia, le sue valutazioni – come si legge sul sito – erano state riportate dal Gambero Rosso e alcuni articoli pubblicati da varie testate. “Il 1’ dicembre 2015 i Direttori delle maggiori testate giornalistiche della TV e della carta stampata (TG 2 Rai, Sky TG 24, Il Giorno, TGCom 24, Il Tempo, Donna Moderna, Il Messaggero e GoodinItaly in giuria insieme ad autorevoli colleghi delle redazioni di Corriere della Sera e LA 7) – scirveva Oltolini – mi hanno assegnato l’ Italian Talent Award per il giornalismo enogastronomico”.