Maurizio Crozza lascia La7 dopo dieci anni. Allo scadere del contratto con la rete di Urbano Cairo, dal 2017 sarà il volto di punta di Discovery, il gruppo editore di canali come Nove, Real Time e Dmax. Con lui farà armi e bagagli tutta la sua squadra, per proporre in prima serata su Nove un nuovo show ancora senza titolo. “Abbiamo voluto Crozza perché è un talento unico in grado di rispondere ai nostri valori, come sperimentazione e sorpresa” ha detto Laura Carafoli, responsabile dei programmi e dei contenuti dei 13 canali di Discovery, alla presentazione dei palinsesti dell’azienda . “Tra i talenti italiani – aggiunge – è quello che ha più visione internazionale. È unico e facile da capire, porta sempre innovazione, volevamo un personaggio che ci qualificasse e posizionasse come contemporanei. Meglio di lui non ci poteva capitare”.

Non c’è ancora il giorno in cui andrà in onda: “Manca ancora molto tempo, c’è solo tanta voglia di lavorare insieme a lui”. In autunno andrà quindi in onda l’ultima edizione di Crozza nel Paese delle meraviglie, lo show di punta della programmazione di La7, fino a dicembre, naturale scadenza del contratto che lega lo showman all’ex TeleMontecarlo.

Nei mesi scorsi si vociferava di passaggio in Rai del comico genovese. Antonio Campo Dall’Orto, il direttore generale, aveva espresso in più occasioni parole al miele per il comico, giudicato un fuoriclasse. Crozza sceglie invece il gruppo americano in Italia dal 1997, quando debuttò col canale Discovery Channel, che in questo modo potrà combattere ad armi pari col nuovo canale Tv8, da poco casa dell’Edicola Fiore di Rosario Fiorello.