C’è un nono misterioso pianeta ai confini del Sistema solare? Sì, secondo i calcoli pubblicati sull’Astronomical Journal da due cacciatori di pianeti, Michael Brown e Konstantin Batigyn, entrambi dell’Istituto Californiano di Tecnologia (Caltech). Il pianeta, delle dimensioni di Nettuno, non è stato visto avvolto com’è nell’oscurità e troppo lontano per riflettere la luce del Sole.

I due ricercatori avevano iniziato le loro ricerche con un obiettivo chiaro: demolire le ipotesi sulla teorizzata esistenza di un nono pianeta avanzata in studi precedenti sulla base dell’osservazione di singolari concentrazioni di piccoli oggetti celesti che si trovano oltre l’orbita di Nettuno, nella fascia di Kuipe. A suggerirne l’esistenza non è stata l’osservazione diretta, ma sono state le loro orbite, che secondo i calcoli appaiono influenzate dalla forza di gravità di un “massiccio pianeta nascosto“, situato ben oltre Plutone, declassato a pianeta nano e da poco immortalato nelle foto della sonda New Horizons. Se confermata, la scoperta farebbe riscrivere i libri di astronomia e soprattutto costringerebbe a rivedere i modelli del Sistema solare. Secondo i calcoli di Brown e Batigyn il pianeta avrebbe un diametro da due a quattro volte superiore a quello della Terra: cosa che lo renderebbe il quinto pianeta per dimensioni dopo Giove, Saturno, Urano e Nettuno.

L’abstract su Astronomical Journal