Se sei stata per anni la regina di un regno che, anzi, hai addirittura creato, ha senso tornarci per fare la dama di compagnia? No, assolutamente.

La regina in questione è Simona Ventura, il regno è l’Isola dei Famosi. Sì, perché la conduttrice piemontese ha creato e lanciato l’Isola su RaiDue, l’ha condotta per otto edizioni. L’Isola è Simona Ventura. Anche adesso, dopo anni, dopo il trasferimento su Canale5 e la conduzione di Alessia Marcuzzi.

E se sei la regina (e lo sei), ha senso accettare la proposta di partecipare come concorrente alla prossima edizione? No, dicevamo. Ma va anche spiegato il perché.
Simona Ventura ormai da qualche anno sta facendo la freelance di successo: è stata giudice a Notti sul ghiaccio su RaiUno, ha condotto con successo Il contadino cerca moglie su FoxLife, ha rilanciato Miss Italia su La7.

Rai, Sky, La7. Manca solo Mediaset, dalla quale SuperSimo manca dal 2001 dopo molte trasmissioni di successo (Mai dire Gol, Scherzi a Parte, Le Iene, Matricole). Il rapporto tra la Ventura e il Biscione è strano assai: c’era qualcosa che non andava, qualcosa di non detto, qualcosa che si era rotto, e per questo le strade si erano divise. Lo scorso anno, con l’arrivo dell’Isola dei Famosi su Canale5, molti avevano sperato di vedere proprio lei alla conduzione, visto che l’Isola è il suo habitat naturale. Speranze frustrate, perché per qualche assurdo motivo che non comprendiamo, in casa Mediaset fanno condurre tutto ad Alessia Marcuzzi. Peccato, ma ce ne eravamo fatti una ragione.

Ora arriva l’indiscrezione clamorosa: Simona Ventura torna all’Isola dei Famosi ma come concorrente, non come conduttrice. Un declassamento che è difficile da spiegare e da spiegarsi, o forse non è nemmeno così difficile coglierne il senso. Pare che in cambio di questo “sacrificio”, a Cologno abbiano offerto alla Ventura la conduzione del Grande Fratello Vip, il progetto di vecchia data ma mai andato in porto che, in effetti, rilancerebbe alla grande SuperSimo. Ma il gioco vale la candela? Davvero Simona Ventura può accettare di mischiarsi a gente come Pamela Prati, Enrico Papi o Monica Setta (con tutto il rispetto dovuto a questi personaggi)? Davvero una ipotetica conduzione futura può giustificare questo clamoroso passo indietro?

Probabilmente Simona Ventura risponderebbe a questi nostri dubbi con un suo cavallo di battaglia: “Umiltà!”. Vero, per carità. E accettare di fare “l’ospite” in quella che per anni è stata casa tua in un certo senso è ammirevole, romantico e persino struggente. Ma se sei Simona Ventura, se sei stata per anni la Regina della Tv italiana, non puoi permetterti nemmeno l’umiltà. Devi fare scelte da regina, perché puoi permettertelo, perché ci sono cose che Simona Ventura non può e non deve fare. E tra queste c’è anche andare a raccogliere telline con Enrico Papi.

Ripensaci, Simona. Perché il tuo posto all’Isola è in studio a condurre, non in Honduras a litigare per venti grammi di riso con Pamela Prati.