Un ragazzo di 17 anni ha aggredito il presidente del governo spagnolo, Mariano Rajoy, colpendolo con un pugno mentre passeggiava per un’iniziativa elettorale a Pontevedra, nel nordovest del Paese, non lontano da Santiago di Compostela. Il giovane, identificato dalle forze dell’ordine come Andrés de V., si è avvicinato al capo del governo che stava camminando a Plaza de la Peregrina, e con la scusa di voler scattare un selfie gli ha sferrato con un colpo in pieno volto, rompendogli gli occhiali. Immediatamente una guardia del corpo è intervenuta, immobilizzando il ragazzo. Una volta arrestato, il 17enne ha dichiarato di essere “contentissimo di averlo fatto“. Dopo l’aggressione il premier è stato portato in una traversa adiacente la strada principale: una volta accertate le sue condizioni, ha poi proseguito la camminata elettorale senza occhiali. Rajoy si trova in Galizia per un evento in vista delle elezioni politiche di domenica prossima. Rajoy non se la deve vedere solo con il rivale principale, Pedro Sanchez, leader socialista del Psoe, ma anche con i movimenti “anti-sistema” come Podemos e Ciudadanos.