Il mondo finisce oggi, 7 ottobre 2015. Dio sceglie di “annichilirlo” col fuoco, come sta scritto nella Seconda lettera di Pietro, diversamente da quanto fece ai tempi di Noè, quando fu il diluvio universale a spazzarlo via. A ritenere che queste siano le ultime ore di vita su questo pianeta è la eBible Fellowship, una setta cristiana guidata dall’americano Chris McCann. Si tratta di un gruppo con sede nei pressi di Filadelfia che organizza attività e incontri di studio online.

Ma perché proprio oggi? All’origine della scelta di questa data c’è un’altra “profezia”. E’ quella di Harold Camping, conduttore radiofonico che ai microfoni della sua Family Radio aveva annunciato che la fine del mondo sarebbe avvenuta il 21 maggio 2011. Visto che quel giorno non accade nulla, Camping decise di fare slittare la data a fine ottobre di quello stesso anno. Ma anche in quel caso non ci fu l’Apocalisse.

Per McCann, però, la data della profezia (sbagliata) di Camping non è stata irrilevante: il 21 maggio 2011 Dio ha interrotto il processo di selezione dei fedeli che sarebbero stati risparmiati dalla catastrofe finale. Da allora Dio, secondo McCann, ha pensato a chi salvare tra chi, al contrario, non frequentava la Chiesa. Un compito che lo avrebbe occupato per 1600 giorni. Quindi, fino al 7 ottobre 2015.